lunedì 8 luglio 2013

Nel cielo di Luglio

Il cielo nel mese di luglio ci permetterà di vedere un triangolo molto luminoso già dalle prime ore della sera, composto da Vega, Deneb e Altair.



Successivamente, quando il cielo comincia ad essere più scuro, saranno visibili da occidente Spica nella costellazione della Vergine e Arturo in quella del Bifolco.

Arturo poi ci saluterà intorno alle tre del mattino mentre farà capolino Antares nella costellazione dello Scorpione, riconoscibile dal suo bellissimo scintillio rosso.




La posizione dei pianeti e quanto saranno visibili nel cielo di Luglio


MERCURIO:
Sarà in congiunzione con il Sole il 9 luglio prima di tornare visibile prima dell'alba, stavolta in elongazione ovest. Salirà rapidamente fino a tornare in massima elongazione il giorno 30 luglio a distanza angolare 19°38' dal Sole. Visibile quindi a fine mese.


VENERE:
Visibilissimo al tramonto, resta visibile per circa un'ora e mezza dopo il tramonto. Dopo il tramonto del 10 luglio, ancora nella costellazione del Cancro, è in congiunzione con la Luna. Si sposta dal Cancro al Leone il 12 luglio dove il 22 è in congiunzione con la stella Regolo.


MARTE:
Il pianeta è ancora basso ma pian piano sale prima dell'alba fino a rendersi pallidamente visibile. Congiunzione con la Luna poco prima dell'alba del 6 luglio in una zona di cielo nella quale brilla anche Giove.

GIOVE:
Anche Giove è visibile di mattina prima dell'alba anche se molto male, dopo la congiunzione con il Sole. Congiunzione con la Luna il 7 luglio: la situazione è simile a quella del giorno precedente, ma la Luna si è spostata di qualche grado lasciando Marte e recandosi da Giove. Difficilmente visibile tuttavia come osservazione.

SATURNO:
Reduce da una opposizione ormai lontana nel tempo e che non lo ha mai portato ad altezze davvero entusiasmanti, Saturno è visibile in prima serata, visto che a fine mese si fionderà dietro l'orizzonte già prima della mezzanotte nella costellazione della Vergine, in prossimità della Bilancia. Il 9 luglio inverte il moto, passando da retrogrado a diretto. Nella prima parte della notte tra 16 e 17 luglio la Luna al Primo Quarto raggiunge Saturno nella costellazione della Vergine

URANO:
Sempre nei Pesci al confine con la Balena, lentissimo, il 17 luglio passa da moto diretto a retrogrado quindi si appresta all'opposizione anche se per ora è relegato alla seconda parte della notte raggiungendo la massima altezza all'alba.

NETTUNO:
Un po' come Urano, visibile a metà della notte e culmina prima dell'alba nella costellazione dell'Acquario, che abbandonerà nel lontano 2022

Nessun commento:

Posta un commento