giovedì 7 maggio 2015

Progress 59 in caduta libera




Ormai è confermato, il cargo russo Progress M-27M 59, utilizzata per il rifornimento della ISS, ormai fuori controllo da un pò di tempo sta per tornare sulla Terra.

Era stato confermato che i frammenti avrebbero potuto toccare la nostra atmosfera in una finestra temporale molto ampia che andava tra il 7 e l'11 di Maggio, da ultimi aggiornamenti invece, pare che la data confermata da più fonti sia il 7 Maggio.

Il punto di impatto dato per certo dovrebbe essere una zona del Pacifico a largo delle coste della California. 

Seppur molto remota esiste una fascia di rischio, durante l'ultimo passaggio previsto verso l'1 di notte circa, nella zona tosco emiliana. 

Con il passare delle ore, le notizie saranno comunque più certe e sarà più facile fornirvi ulteriori dettagli.



lunedì 24 novembre 2014

Immagine del giorno 24 Novembre 2014

L'immagine che abbiamo scelto per oggi è una fantastica alba vista dallo spazio, anche in onore della nostra Samantha Cristoforetti che ne vedrà tantissime da lassù!


domenica 23 novembre 2014

Lift-Off : Samantha, La ragazze delle stelle è partita

Immagine di repertorio



E' stato un lancio incredibile, l'emozione è stata davvero tanta e personalmente mi sono commossa.
Così come è avvenuto per il lancio di Luca Parmitano tutta l'Italia era li a fare il tifo per lei.

La nostra ragazza delle stelle ha mosso i suoi passi verso lo spazio e domani mattina berrà il caffè all'interno della ISS.

Nessun ritardo, tutto si è svolto secondo i piani.

La nostra Samantha è preparata a lungo e l'emozione è stata sicuramente anche la sua, come dichiara in questa intervista rilasciata un po' di tempo fa, durante la preparazione






In bocca al lupo Samantha ci auguriamo che tutti i tuoi progetti sulla Stazione spaziale vengano portati a termine!!

La ragazza dello spazio si prepara alla partenza




Ci siamo, poco meno di due ore ci separano al lancio.
La nostra Samantha sarà sicuramente impegnata a vestirsi in questo momento e sicuramente non avrà modo di leggere nulla sul web, ma i suoi fans di tutto il mondo, non solo italiani, aspettano le 21.59 mento in cui la nostra Astronauta solcherà i cieli sopra di noi per raggiungere la Stazione Forza Samantha, siamo tutti con te, e saremo con te per tutti i prossimi sei mesi

Se volete guardare la diretta tv, collegatevi al sito live TV dell'ASI


   





 Qui vediamo tutto l'equipaggio nella conferenza stampa di rito

Samantha Cristoforetti a poche ore dal lancio








Come dice la nostra AstroSamantha è ora di partire e noi saremo tutti in prima fila a vedere il suo lancio.

Pochissime ore ci separano dal grande momento e potremo seguirla in diretta sul sito dell'Esa il collegamento inizierà alle 21.00 ora italiana, con lancio previsto alle 22.00.
Durante la diretta, il programma comprenderà immagini della vestizione della Spedizione 42/43, l'arrivo alla navetta ed un ultimo cenno di saluto mentre salgono. L'apertura del portellone includerà un commento da parte del Programme Manager ESA della Stazione Spaziale, Roberto Patti, e del Capo del Corpo Astronauti dell'ESA ed ex astronauta Frank De Winne.


Forza AstroSamantha sei tutti noi

venerdì 21 novembre 2014

Immagine del giorno - 21 Novembre 2014

L'immagine di oggi è stata ripresa dal telescopio Hubble un po' di tempo fa, e ci mostra la tempesta che imperversa su Giove da oltre 300 anni. L'immagine ci mostra la macchia color salmone e non rossa, e potrebbe essere la conferma che sul pianeta è in corso un cambiamento climatico.




giovedì 20 novembre 2014

Missione Osiris-Rex andata e ritorno da un asteroide






Se l'atterraggio su 67P/Churyumov–Gerasimenko non vi avesse stupito abbastanza, la Nasa sta preparando una missione ancora più incredibile. L'idea è quella di arrivare fino all'asteroide Bennu, atterrare, raccogliere campioni da poter analizzare (fisicamente) e fare ritorno a casa. 

Avete capito bene, la sonda farà andata e ritorno, sicuramente una missione impegnativa che prevederà una grande impiego di mezzi economici e tantissime idee per individuare il modo migliore per rendere la sonda e il lander totalmente autonomi. 


Edward Beshore, della University of Arizona, principale ricercatore della missione Osiris-Rex (Origins, Spectral Interpretation, Resource Identification, Security – Regolith Explorer) ha dichiarato fieramente



Andremo su Bennu perché vogliamo sapere cosa ha visto nel corso della sua evoluzione. La missione sarà lanciata alla fine del 2016 e arriverà sull'asteroide nel 2018. Il rientro sulla Terra, invece, è previsto per il 2023. Lo studio di Bennu ci dirà molto sull'origine del nostro Sistema solare e su come si è evoluto, cioè, in definitiva, sulla nostra stessa origine. Su pianeti come il nostro, i materiali sono stati profondamente modificati dall’attività geologica e dalle reazioni chimiche con l’acqua e con l’atmosfera. Pensiamo, invece, che Bennu sia rimasto relativamente simile a come era parecchio tempo fa. L’asteroide, dunque, sarà una sorta di capsula del tempo che ci permetterà di tornare nel profondo passato


Le analisi dell'asteroide ci daranno infatti la possibilità di scattare un'istantanea su quella che era la composizione di pianeti come anche la terra, miliardi di anni fa. 

La missione Rosetta è stata quindi l'apripista di una ricerca del nostro passato e del passato del nostro sistema solare, le potenzialità di queste missioni sono infinite e ci possono mostrare l'evoluzione della nostra stessa esistenza, che si è evoluta nel tempo. 

Trovato Carbonio sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko






Vi abbiamo raccontato l'atterraggio di Philae, vi abbiamo fatto ascoltare il canto della Cometa e infine arrivano le notizie particolarmente interessanti.

Prima di addormentarsi Philae ha fatto il suo lavoro, ha inviato un bel po' di dati sulla terra e finalmente abbiamo grandi notizie.

Cosac (COmetary SAmpling and Composition) ha annusato l'atmosfera di 67P/Churyumov-Gerasimenko  e l'agenzia spaziale tedesca ha diffuso la notizia che la cometa è davvero un osso duro da penetrare facendo riferimento allo strato di ghiaccio riscontrato che contiene molecole organiche!
Ma non sono molecole organiche qualunque, ma contengono Carbonio, l'elemento basilare della vita sulla Terra. Sono iniziate, quindi, le analisi spettrografiche e l'individuazione altre molecole organiche oltre a quelle già rilevate

Eh si, avete capito bene, sono state individuate tracce di Carbonio e molecole organiche sulla cometa, seppur la zona in cui Philae si trova si a bassa attività. 

Le analisi ancora in corso daranno sicuramente notizie importanti sull'evoluzione dell'universo e del nostro sistema solare.

Noi ovviamente vi terremo aggiornati, ma questa notizia è il primo tassello per la ricostruzione dell'evoluzione dell'universo 


Immagine del giorno 20 Novembre 2014







L'immagine del giorno di oggi è Il corridoio d'acqua dolce tra America ed Europa nei fondali d'Islanda

In corrispondenza dei margini delle placche continentali, nelle profondità oceaniche, si genera nuova crosta terrestre grazie alla presenza del magma che risale dalla sottostante astenosfera a colmare il buco 
Questo fenomeno ha dato origine alla Dorsale medio-atlantica, una catena montuosa sottomarina che si estende dal Polo Nord fino all'Antartide, e che in alcuni punti risale in superficie. Uno di questi è il Reykjanes Ridge (nella foto), una località geologicamente attiva dell'Islanda che segna anche il confine naturale tra la placca euroasiatica e quella nordamericana.